frendeites

Immersa nel prato, La Petite Maison 2M26 non ha nulla a che fare con la sistemazione di Charles Ingalls e della sua famiglia. Una residenza secondaria perduta nella campagna, il complesso utilizza il legno in modo decisamente contemporaneo. Torna in un piccolo edificio che ha tutto ciò che è grande.

Progettata dallo studio di creazione con sede a Kyoto, La Petite Maison è una pensione situata nella Charente Maritime, nella cittadina di Guitinières. Un sito bucolico dove convivono campi, boschi e un frutteto che gli architetti hanno voluto preservare il più possibile grazie a un ingombro ridotto e all'utilizzo di materiali locali e riciclabili.



Costruita sul posto - con l'aiuto dei proprietari - da una base in cemento, la struttura è realizzata con assi di Douglas. La casa in legno con una superficie di 35 metri quadrati è chiusa da due strati di porte scorrevoli e persiane, che proteggono dai venti a volte violenti della regione. Una massiccia presenza di aperture sul paesaggio che promette anche molte varianti di vedute sull'ambiente.

“In uno spazio minimo, offriamo molte possibilità per aprire la casa all'ambiente circostante, al sole e all'aria. " 2M26

All'interno di questa residenza progettata per due persone, quattro stanze divise da schermi mobili includono un patio senza tetto, che offre a questo spazio abitativo un'illuminazione ambientale senza pari. Nel soggiorno, i mobili, anch'essi firmati 2M26, danno il posto d'onore al legno di abete Douglas della regione grazie a un'interpretazione contemporanea di questo materiale pieno di possibilità.

Un invito alla contemplazione.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito il sito 2M26

Fotografie: DR

Zoe Térouinard



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

I più letti

1

L'hotel Kimpton St Honoré Paris apre le sue porte

2

Una villa sulle alture di Ibiza

3

Un nuovo posto di lavoro per RATP Habitat