frendeites

È stata appena consegnata la nuova sede di RATP Habitat al 158 di rue de Bagnolet, nel 20° arrondissement di Parigi, nel cuore di un'isola densamente abitata. Atelier du Pont ha immaginato un edificio con struttura in legno a tre piani.

Scolpito in livelli, mescola architettura e paesaggio e si adatta al suo ambiente grazie a una serie di terrazze esposte a sud che consentono alle persone di abitare i tetti.

Atelier du Pont ha anche progettato tutti gli allestimenti interni, i mobili e la segnaletica. Ha supportato la Stazione appaltante nella definizione dei nuovi spazi di lavoro. All'interno, i vassoi sono flessibili e scalabili. L'accento è stato posto sulla convivialità, l'adattabilità e la domesticità dei diversi luoghi di lavoro. Il progetto è stato pensato per favorire l'incontro e lo scambio tra gli occupanti, dentro e fuori.

È passando sotto il portico di un edificio residenziale che si raggiunge la nuova sede di RATP Habitat. L'edificio occupa l'intero lotto, lo spazio consumato al suolo è così compensato da una successione di giardini sui tetti. Il suo telaio post-trave è in legno lamellare incollato. Si intreccia a quello del parcheggio esistente per limitare le modifiche strutturali al piano interrato. L'uso del legno consente inoltre di ridurre i fastidi del sito per il vicinato.

Tetti piantati e abitati per lavorare e rilassarsi

I dipendenti di RATP Habitat beneficiano di tetti paesaggistici e piantati. Molto soleggiate, ti permettono di lavorare e rilassarti nel cuore di Parigi. Aree di terreno aperto e vasi piantati delimitano i diversi spazi di queste terrazze dove è possibile anche pranzare, fare una pausa, condividere un momento di convivialità o dedicarsi a dolci sport (yoga, ping-pong…). Il giardino all'ultimo livello è dedicato alla coltivazione dell'orto.

Flessibilità e facilità d'uso degli spazi di lavoro

Il design degli interni dell'edificio si discosta radicalmente dal classico modello di ufficio e risponde alle sfide contemporanee degli spazi di lavoro: flessibilità, scalabilità, multifunzionalità e creatività. Un buon equilibrio tra il collettivo e l'individuo. Gli spazi sono pensati per essere investiti in modi diversi durante la giornata (lavoro, caffè, relax, riunione, video…). I due livelli di uffici sono progettati secondo un principio di pianta libera, riconfigurabile grazie alla partizione mobile e che consente di adattare lo spazio a diverse pratiche (uffici condivisi, uffici chiusi, uffici open space, uffici nomadi, spazi di lavoro e riunioni. informali , spazi collaborativi, stanza della creatività...) e le loro evoluzioni.

Informazioni sull'Atelier du Pont: 

Fondato nel 1997, Atelier du Pont, un'agenzia di architettura e interior design, conta oggi 40 dipendenti di ogni estrazione sociale, attorno a due soci: Anne-Cécile Comar e Philippe Croisier. L'agenzia opera in molti settori: hotel, strutture, alloggi, uffici, case private, negozi, ristoranti ... e interroga nuovi modi di vita, lavoro e relax per creare luoghi giusti, creativi e stimolanti, in Francia o a livello internazionale. Il suo approccio è globale. Che le sue realizzazioni prendano la forma di una piccola boutique di 15 m2 o di un edificio di 10 m000, Atelier du Pont affronta tutti gli aspetti: architettura, urbanistica, architettura d'interni, mobili, direzione artistica, pianificazione dello spazio, ecc. Ogni progetto è una nuova avventura.

L'agenzia ha vinto numerosi premi francesi e internazionali: French Design by VIA, Architizer A + Awards, ArchiDesignClub Awards, Trophée Eiffel, S.Arch Awards, The Plan Award, WAN Awards Mixed-Use, Prix AMO, Geste d'Or...

Ponte di Laboratorio

Per saperne di più, visita il sito dell'Atelier du Pont.

 





Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

I più letti

1

Un nuovo posto di lavoro per RATP Habitat

2

Una villa sulle alture di Ibiza

3

Il duo di designer di Studioparisien