frendeites

Questo è un libro per gli amanti dell'architettura e della storia dell'arte. Il libro “Paul Tissier, l'architetto delle celebrazioni dei ruggenti anni Venti” mira a mettere in luce un creatore tanto insolito nella sua pratica quanto sconosciuto al grande pubblico. 

Negli ultimi anni musei, centri d'arte ed editori si sono rivolti sempre più a nuovi soggetti che offrono visioni alternative della storia dell'arte. Ecco un nuovo esempio. Questo libro, scritto da Stéphane Boudin-Lestienne, offre ai lettori l'opportunità di immergersi nella storia della carriera di un architetto che con il suo talento segnò i ruggenti anni Venti.

Frutto di lunghi anni di ricerca, il libro permette in particolare la scoperta di un fenomeno mai studiato a fondo: i grandi festival artistici degli anni '1920, splendide opere di Paul Tissier e della moglie Gisèle Grandpierre, due personalità straordinarie. Appassionati di arte, musica e architettura, hanno segnato con il loro talento i ruggenti anni Venti.

L'architetto Paul Tissier (1886-1926) trasformò la sua breve esistenza in un'avventura artistica multiforme. Il suo talento di acquerellista e disegnatore, ad esempio, lo ha reso testimone delle rovine della guerra del 1914-1918. 

Nel 1923 Tissier fu incaricato dalla Société des Grands Hôtels de Nice dell'organizzazione di celebrazioni eccezionali il cui tema era la Russia, l'Estremo Oriente, l'antica Roma o l'America Latina, ma anche i regni sottomarini e molte altre fantasie sull'infanzia, la moda o cubismo. 

Con la moglie Gisèle, cura sia la scenografia che l'allestimento: tele dipinte con splendidi colori, costumi stravaganti, danze spettacolari, processioni, giostre navali, fuochi d'artificio o luminarie... Paul Tissier realizza in tre anni quasi 100 feste in tutta Europa. Questa prima monografia attinge dai 400 elementi decorativi e dai 2 documenti grafici rimasti nei suoi archivi e ci immerge nel cuore dell'eccesso dei ruggenti anni Venti. 

Paul Tissier morirà poco dopo aver organizzato la sua centesima festa, ma non sarà dimenticato. Questo libro gli rende oggi un meritato omaggio, che i lettori avranno l'opportunità di scoprire l'8 aprile.

Leggende:

Paul Tissier, villa per Jacques Richepin e Cora Lapacerie, Cap d'Antibes, 17 aprile 1926

Paul Tissier in costume per il ballo Quat'z'Art, Parigi, 1912.

La principessa Tcherkakov alla festa "Un banchetto di nozze in Russia", Hotel Ruhl, Nizza, 26 febbraio 1924, studio fotografico Mosesco. 



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE