frendeites

Attaccato a Parigi, e più in particolare al quartiere di Belleville, l'artista Pierre-Emmanuel Lyet ci immerge in una città festosa, luminosa e gioiosa attraverso disegni colorati. Tra fantasia e realtà, la sua serie “Mirages”, che è stata esposta a ottobre alla galleria SLOW, evoca i paesaggi dei nottambuli e invita a rimanere positivi in ​​questi tempi travagliati. Incontrare.

In occasione della sua seconda mostra personale alla Fondation Cartier, l'artista americana Sarah Sze (classe 1969) ha realizzato due installazioni immersive che interagiscono con l'edificio trasparente di Jean Nouvel. Se la mostra "Dalla notte al giorno" è attualmente chiusa per crisi sanitaria, la Fondation Cartier si propone di scoprirla virtualmente attraverso una passeggiata-discussione guidata da Sarah Sze e Bruno Latour.

I fotografi contemporanei sublimano l'architettura attraverso le foto pubblicate sul proprio account Instagram. Ecco quattro stimolanti profili da scoprire sul social network e da seguire senza ulteriori indugi.

Al Saint-Étienne Museum of Modern and Contemporary Art (42), la mostra dedicata a Robert Morris (1931-2018) presenta quattordici opere dell'artista americano risalenti agli anni '1960 e '1970. Senza pretendere di essere esaustiva, il corso immerge i visitatori nel suo universo creativo confrontandoli fisicamente con le sue prime opere.

Il gallerista-curatore Lou Carter promuove la creazione contemporanea attraverso arazzi intesi come installazioni immersive dove è sempre questione di spazio, esperienza estetica e destinazione dell'opera. In occasione dell'inaugurazione del suo spazio espositivo a Parigi lo scorso giugno, Lou Carter ci ha svelato le ambizioni e le linee di ricerca della sua galleria.

Dal 1 luglio, il Centre Pompidou dedica un'importante retrospettiva alla coppia formata da Christo Vladimiroff Javacheff (1935-2020) e Jeanne-Claude Denat de Guillebon (1935-2009), mettendo in luce le opere più emblematiche del loro periodo parigino. L'opportunità di (ri)scoprire la carriera, l'approccio e il processo di creazione di questa coppia, il cui lavoro ha segnato gli animi! 

Alla Thaddaeus Ropac Gallery di Pantin, la mostra Dimensions of Reality: Female Minimal mette in luce quattordici artisti femminili pionieri nell'astrazione geometrica, che sono rimasti a lungo all'ombra dei loro colleghi maschi. Sostituendo queste artiste nella storia dell'arte astratta, e più in generale nella storia dell'arte, tale è l'oggetto di questo evento senza precedenti.

Dopo la fine del confino e la riapertura di "piccoli musei", La Kunsthalle Mulhouse ha reinventato la sua programmazione e ha scelto di promuovere dodici artisti che hanno familiarità con il centro d'arte contemporanea. Nell'attuale contesto sanitario speciale, La Kunsthalle Mulhouse è lieta di presentare il suo programma Petit, un ciclo di mostre che offre una settimana di carta bianca a ciascun artista selezionato. Abbiamo avuto la possibilità di parlare con Sandrine Wymann, la direttrice di La Kunsthalle Mulhouse, su questo evento senza precedenti.

Per oltre 10 anni, l'artista visivo francese Ludovic Sauvage (nato nel 1985) ha creato installazioni immersive, manipola immagini prodotte da altri e trae ispirazione da una memoria collettiva postmoderna. Mentre stava lavorando alla preparazione della sua seconda mostra personale presso la galleria Valeria Cetraro, lo abbiamo incontrato nel suo laboratorio parigino per parlare di creazione, installazione e percezione.

Dopo due mesi punteggiati da visite virtuali alle mostre, molte gallerie d'arte sono state riaperte e da allora ci hanno offerto l'opportunità di perfezionare la nostra conoscenza dell'arte contemporanea attraverso veri e propri scontri. Concentrati su cinque mostre organizzate dalle gallerie per vedere a Parigi al momento.
Mostra più
Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

I più letti

1

Un nuovo posto di lavoro per RATP Habitat

2

Una villa sulle alture di Ibiza

3

Il duo di designer di Studioparisien