frendeites

La fotografa svizzera Delphine Burtin gioca con la nostra percezione nella sua serie "Encouble". Incredibili nature morte ci portano in un universo surreale, attraversato da sogni ad occhi aperti e illusioni.

Delphine Burtin ha prodotto la sua serie “Encouble” come parte del suo diploma di fotografia all'École Supérieure d'Arts Appliqués di Vevey (Svizzera) nel 2013, e presto è stata notata. Il libro dell'artista Incontra, disegnato dalla serie e pubblicato in edizione limitata, è selezionato per il Prix du Livre de Paris Photo 2013, nella categoria “First Book”. Il fotografo ha anche vinto il premio Photoforum PasquArt nel 2013, quindi il premio HSBC nel 2014. La serie è stata quindi esposta in diverse capitali, in particolare a Berlino, Parigi e New York.

Il titolo si riferisce a un termine svizzero "incontrabile", che indica un ostacolo, un ostacolo, qualcosa che disturba. Nelle sue nature morte, Delphine Burtin trasforma il reale e sperimenta le possibilità del mezzo per perdere gli spettatori: “Mi piace quando immagini di vedere qualcosa e che in realtà è qualcos'altro. Mi piace quando il nostro cervello ci gioca brutti scherzi e si comporta come una finzione, facendoci vedere e credere a ciò che non lo è. "spiega.

Associando immagini fotografate in studio o all'aperto con ritagli e fotografie di stampe, l'artista si allontana dalla realtà per interpretarla meglio. Negli scatti più poetici della serie, ciò che è nascosto viene visto meglio. La questione sembra davvero più presente quando viene catturata tra duplicità e svelamento: “Cercando di dialogare con ciò che mostriamo e ciò che nascondiamo, allungo gli specchi distorti che rivelerebbero una parte di noi che esiste senza essere la verità totale. Tutto ciò diventa un invito a esplorare metaforicamente le nostre relazioni con il mondo e con l'altro. "

A metà strada tra astrazione e figurazione, le immagini di Delphine Burtin sono ipnotiche.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito Il sito Web di Delphine Burtin

Fotografie: 1) Ritratto di Delphine Burtin © Estelle Zolotoff
2) Delphine Burtin, Encouble, libro d'artista, auto-edizione, edizione limitata di 100 copie firmate e numerate, 2013
© Delphine Burtin
3) Delphine Burtin, “Encouble”, 2013 © Delphine Burtin
4) Delphine Burtin, “Encouble”, 2013 © Delphine Burtin
5) Delphine Burtin, “Encouble”, 2013 © Delphine Burtin
6) Delphine Burtin, “Encouble”, 2013 © Delphine Burtin
7) Delphine Burtin, “Encouble”, 2013 © Delphine Burtin
8) Delphine Burtin, “Encouble”, 2013 © Delphine Burtin
9) Delphine Burtin, “Encouble”, 2013 © Delphine Burtin
10) Delphine Burtin, “Encouble”, 2013 © Delphine Burtin

Léa Pagnier



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

I più letti

1

Un nuovo posto di lavoro per RATP Habitat

2

Una villa sulle alture di Ibiza

3

Il duo di designer di Studioparisien