frendeites

I canditi portacandele firmati dalla designer svedese Sanna Völker celebrano l'artigianalità e il rapporto con il materiale. Un piccolo progetto pieno di ambizioni fatte a mano dai resti di pietra naturale, alcune risalenti a circa 500 di milioni di anni fa. Un viaggio nel tempo delicato.

Sono passati cinque anni da quando il marchio svedese di mobili IKEA ha collaborato con artisti contemporanei per impregnare le sue collezioni con l'anima dei designer. Considerato come un modo per democratizzare l'arte contemporanea, la collezione consente a otto designer di offrirsi un posto in tutti gli interni. Tra avanguardia e cultura pop, ecco un cenno simpatico agli amanti dell'arte contemporanea.

Con il vetro tutto è una questione di luce. Lo showroom parigino della casa editrice Triode lo dimostra riunendo una serie di luminari di designer americani che apportano una nuova freschezza ai nostri interni. Uno stile singolare con creazioni meccaniche o immateriali, rappresentate da due dei loro partner, Lindsey Adelman e John Pomp. E sia la luce!

La Milano Design Week, che si è svolta da 9 a 14 in aprile, si concentra ogni anno sulle tendenze emergenti del design. La settimana del Salone del Mobile e del Fuorisalone lancia un'ondata di creazioni che reinventano la materialità. In programma: rivestimenti, colori e stampe che introducono essenze ma anche tradizioni riciclate. Forme geometriche, composizioni amorfe e, perché no, un po 'di tradizione, annunciano fruttuose collaborazioni tra aziende e designer. Una piccola selezione di ciò che l'editoriale Muuuz ha selezionato dall'evento italiano.

L'azienda Alvin-T, con sede a Jakarta (Indonesia), progetta mobili e spazi che ne portano i valori e le tradizioni. Un sentimento quasi patriottico percorre le loro creazioni, il cui patrimonio culturale trasmettono grazie a un materiale tipicamente indonesiano: il rattan.

Se Formica ti riporta nella cucina di tua nonna, lo stilista di New York Matthew Day Jackson potrebbe sorprenderti! In collaborazione con il produttore scandinavo Made by Choice - e il gruppo Formica - il designer immagina una collezione di tavoli e sedie con curve voluttuose risolutamente contemporanee. Gli anni 1970 sono sicuramente un ritorno nel mondo del design!

Giocatore, capriccioso, divertente ... Il design emozionale ha anche un altro nome: Neotenic Design, - che prende le sue origini estetiche nei primi anni di 2000 in Giappone, Danimarca, Stati Uniti e Italia -. Un modo di concepire che riprende le forme morbide dell'infanzia per tradurle in oggetti teneri in una collezione esposta ad A / D / O. Un mondo degno di Walt Disney, fantastico e colorato.

Situato nel quartiere Châteaucreux di Saint-Etienne (42), due minuti dalla stazione, il tamburo Battere è un caffè / lavanderia effimera immaginato dal collettivo Etienne Palco, al fine di lottare contro la proliferazione di posto vacante commerciale. Un concetto unificante avviato in occasione della Biennale Internazionale del Design, che riunisce stabilimenti, associazioni e imprese locali. Prenderesti un po 'di caffè?

Con le sue cooperazione efficaci con i designer francesi, gli editori partner Bibelo con il designer Bina Baitel di offrire una ricca collezione di colori e la poesia: Nodo, una serie di ganci giocosi e raffinati.

L'iconica casa basca dello sviluppo terziario amplia i suoi confini durante una mostra presso lo showroom Gabriel (1 ° arrondissement). L'opportunità per noi di conoscere meglio questo brand nato nel 1971 e di riversarci sul nostro preferito: la sedia Klik, disegnata dal duo Iratzoki & Lizaso e disponibile in una palette di colori tenui e di tendenza.
Mostra più
Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

Infarto !