frendeites

Birkenstock, Forte Forte, EN Spa ... All'inizio della corsa ai regali, la redazione di Muuuz ti invita a scoprire le nuove boutique più alla moda della capitale. Cosa ti ispira qualche settimana di Natale.

 

VINSON & Co: Birkenstock 1774 Showroom
Da old fashion a ultra trendy, il brand di sandali tedesco Birkenstock apre uno showroom parigino dedicato all'esposizione delle sue ultime collaborazioni. Al passo con i tempi, l'azienda tedesca propone interni contemporanei progettati dallo studio britannico Vinson & Co. Situato in un appartamento parigino in rue Saint Honoré (1 ° arrondissement), lo Showroom Birkenstock 1774 è allestito a uno spazio di 170 metri quadrati tipicamente haussmanniano, con le sue ricche modanature, i suoi grandi specchi, i suoi camini in pietra e il suo pavimento in parquet a spina di pesce. Uno spazio luminoso con un arredamento raffinato che diventa la cornice di tendenza per queste comode scarpe d'oltre Reno. È il massimo dell'eleganza.

.

Archiee: EN Spa
Nel 6ème arrondissement di Parigi, il marchio EN Spa, specializzato nella cura della pelle giapponese, ha aperto la sua prima boutique in un edificio del 18th secolo. Gli architetti dello studio di architettura Archiee Yusuke Kinoshita e Daisuke Sekine, incaricati della progettazione della farmacia, mantengono i ricchi elementi strutturali dell'edificio d'epoca, aggiungendo pareti divisorie curvilinee e divisori per soddisfare al meglio le esigenze degli architetti. identità del marchio. L'opportunità per i fan dell'estetica di Tokyo di offrire varie cure, massaggi e consigli in uno stallo di 150 metri quadrati distribuiti su due livelli esponendo anche un centinaio di prodotti disponibili per la vendita.

.

Giada Forte x Robert Vattilana: Forte forte
Forte Forte, il marchio italiano, ha rilevato rue de Grenelle (7ème arrondissement) per il suo primo indirizzo di Parigi, progettato dal suo fondatore Giada Forte e dal suo compagno e direttore artistico Robert Vattilina. Il fulcro di questi luoghi, il camerino coperto di velluto verde, si nasconde dietro le porte ispirate al Bauhaus nell'immagine di specchi con linee geometriche poste vicino alle delicate porte in ottone spazzolato che ci ricordano lo scopo primario di questo nuovo indirizzo. Un negozio di 100 metri quadrati che sembra un boudoir che irradia bellezza.

.

Agence Elodie Ricord: Mi dispiace papa
Badass il tatuaggio? Non necessariamente! La prova nel nuovo angolo di Printemps Haussmann in cui le ragazze si ribellano in una cornice pastello immaginata dall'interior designer Elodie Ricord. "Mi spiace papà" è un luogo femminile e delicato come funziona il corpo che propone. Una vera e propria vetrina di candore, lo spettacolo è rivolto a un pubblico con presunta femminilità le cui scelte saranno piuttosto su linee delicate e risultati discreti piuttosto che imporre opere all'universo più oscuro. Un altro passo verso la democratizzazione del tatuaggio, iniziato da diversi anni.

.

Studio Briand & Berthereau: QUI Libreria
Chiamata QUI dai proprietari Anne-Laure Vial e Delphine Bouétard, questa libreria situata nel 2 ° arrondissement doveva offrire un ambiente eccezionale. Eccezionale, ma non ostentato. Una missione affidata agli architetti dello Studio Briand & Berthereau. L'agenzia ha infatti riabilitato una stanza che un tempo ospitava un negozio di abbigliamento. Un intervento la cui posta in gioco va ben oltre la questione architettonica, poiché il luogo ora funge da cornice per una specie in via di estinzione: una libreria indipendente. ICI non è solo un negozio; è un'esperienza sia sensoriale che immaginaria, scandita dal profumo delle pagine di nuovi libri e dall'immagine dei clienti mentre intingono un biscotto in una tazza di cappuccino.

editoriale



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

Infarto !