frendeites

Luminoso, delicato e imponente: ecco tre qualificazioni che descrivono questo padiglione disegnato da Max Dudler. Per il suo cliente (MesseCity) l'architetto crea qui un luogo trasparente con un alto valore amenità con vista sulla città di Colonia. Progettato per uso gastronomico, funge da magnete centrale e animazione per questo nuovo quartiere degli affari di MesseCity, attualmente in fase di sviluppo.

Servire da ponte tra i diversi livelli del rione: questo è il significato del Messepavillon. Con uno spazio gastronomico di 355 m² di superficie, diventa un punto focale del quartiere. 

Architettonicamente, questo edificio con le sue massicce facciate in pietra contrasta con l'architettura dei complessi circostanti. Basandosi su una radicale trasformazione dell'antico tempio, Max Dudler ha progettato un padiglione minimalista in bronzo, dalle linee nette e geometriche.

Le terrazze esterne del padiglione, invece, sono poste su prospetti urbani divergenti, che danno forma a un nuovo ambiente urbano. 

Il Messepavillon, il cui ingresso principale copre l'intera larghezza dell'edificio, si affaccia sulla stazione di Deutz e la sera brilla come una luce urbana, offrendo ai visitatori una vista della cattedrale di Colonia da entrambi i lati. 

La particolare leggerezza e trasparenza del padiglione derivano dalla sospensione di una facciata in metallo e vetro su una costruzione in cemento armato. Questa estetica esteriore gli permette di fondersi letteralmente con il paesaggio circostante.

Da notare che anche il progetto della facciata della torre OST 1 I CENTRAAL, situata ad est del Messepavillon, è stato affidato a Max Dudler. Completamento dei lavori previsto per il 2024. 

 

Immagini ©: Stefan Müller

 



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE